Giuliana Bolli Grego

Grego Bolli Giuliana - Rettore Università per Stranieri di Perugia

  • Ateneo: Stranieri di Perugia
  • Scad.: 2021
  • Ord.: Glottologia e Linguistica
  • Nato: 16.08.1952 a Città di Castello
  • Sede: P.zza Fortebraccio, 4 06123 Perugia
  • Tel.: Tel. 075/5746240-218 Fax 075/5730901
  • Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

STUDI E FORMAZIONE
1971 Maturità classica
1976 Laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne (magna cum laude): Università degli Studi di Perugia
1984-2001 Ricercatore, settore scientifico disciplinare L-FIL-LET/12.
2001-2015 Professore associato, settore scientifico disciplinare L-LIN/01.
Luglio 2015 Professore ordinario, settore scientifico disciplinare L-LIN/01.

TITOLI ED ALTRI INCARICHI
2002-2005 Responsabile della Certificazione Linguistica
2005-oggi Direttore del Centro per la Valutazione e la Certificazione Linguistica (CVCL)
2007-oggi Membro del Senato Accademico dell’Università per Stranieri di Perugia.
2008-2012 Membro del Programme Board del SurveyLang (European Survey on Language Competences) (www.surveylang.org).
2009-2017 Membro dello Standing Committee dell’Associazione Europea di Esperti di Testing Linguistico (ALTE) (www.alte.org).
2009-2017 Membro dell’Executive Committee dell’Associazione Europea di Esperti di Testing Linguistico (ALTE).
2012-oggi Membro del Comitato Scientifico della CLIQ (Certificazione Lingua Italiana di Qualità).
2013-2014 Membro della Giunta Esecutiva dell’Alta Scuola per l’Insegnamento e la Promozione della Lingua e della Cultura Italiana.
2015-oggi Membro del Comitato Scientifico di Uni-Italia
2016-oggi
(DR del 13/09/2016) Prorettore Vicario dell’Università per Stranieri di Perugia.
(DR del 16/10/2016) Delegata del Rettore per la Didattica dei Corsi di Lingua e Cultura
italiana.
2016-oggi
(DR del 13/12/2016) Delegata del Rettore all’Internazionalizzazione.
Dal 1° novembre 2018 Rettore dell’Università per Stranieri di Perugia

ATTIVITÀ DIDATTICA
2004-2010 Titolare dell’insegnamento di Verifica e valutazione della abilità linguistiche-Language Testing al Corso di laurea triennale ILIS (Italiano per l’Insegnamento a Stranieri).
2010 - oggi Titolare dell’insegnamento di Language Testing al Corso di laurea magistrale ITAS (Italiano a Stranieri).

ATTIVITÀ SCIENTIFICA E DI RICERCA
Valutazione linguistica - Language Testing. Si è occupata di:
- definizione ed implementazione di modelli per la valutazione delle competenze linguistiche in italiano lingua non materna per diversi contesti e tipologie di utenza, processi di validazione, metodi di verifica e loro applicazione, analisi dei dati;
- impatto educativo e sociale del processo valutativo sia in ambito educativo che sociale;
- il concetto di standard nella valutazione linguistica;
- elaborazione e applicazione di specifici sistemi di controllo della qualità.

La attività scientifica e di ricerca della sottoscritta è relativa ad aspetti del Language Testing, all’elaborazione, descrizione ed implementazione di uno specifico modello di valutazione per l’italiano lingua non materna, applicato alle Certificazioni linguistiche dell’Università per Stranieri di Perugia, al relativo processo di validazione, all’analisi dei dati, all’impatto della valutazione in contesto migratorio e al tema del controllo della qualità nella valutazione e nella certificazione linguistica.
Ha contribuito ad introdurre, a livello nazionale, un approccio innovativo, fondato su basi teoriche, alla Valutazione linguistica, in contesto di italiano lingua non materna, nella prospettiva del Language Testing.
Ha stabilito contatti internazionali, partecipando ad importanti iniziative europee di politica linguistica in collaborazione con le Istituzioni europee: Consiglio d’Europa e Commissione Europea, lavorando, spesso come unico esperto italiano, insieme ad un ristretto gruppo di esperti europei che, dalla pubblicazione del Quadro Comune Europe di Riferimento delle Lingue (QCER), si è intensamente occupata della sua applicazione in particolare in contesto di valutazione linguistica.

Ha collaborato a progetti di ricerca con importanti istituzioni europee che operano nel settore del Language Testing: ESOL- Università di Cambridge, Goethe Institut, Istituto Cervantes, CIEP, fra le altre, all’interno dell’Associazione europea ALTE (Association of Language Testers in Europe) che ha contribuito a fondare nel 1991 e a promuoverne lo sviluppo e la crescita, realizzando, come responsabile per la lingua italiana, tutte le iniziative e le attività progettuali dell’Associazione da allora ad oggi.
Ha inoltre collaborato e continua a collaborare ad iniziative ed attività, anche di tipo progettuale con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), con Uni-Italia, con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), con il Ministero dell’Interno, stabilendo anche in ambito nazionale una importante e consolidata rete di relazione in ambito di promozione e diffusione della lingua italiana, formazione di docenti di italiano L2 e formazione linguistica e valutazione in contesto migratorio.
Macroarea e SSD: L-LIN/01

La sottoscritta è stata responsabile nazionale di progetti di ricerca applicata alla Valutazione linguistica (Language Testing), promossi e finanziati dalla Commissione Europea, dal Consiglio d’Europa, dal Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno italiano, dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca. Ha inoltre avviato e mantenuto negli anni una attiva collaborazione con la Regione dell’Umbria, relativamente alla formazione linguistica e alla valutazione delle competenze dei cittadini immigrati. La sottoscritta ha complessivamente e costantemente dimostrato notevole capacità di attrazione di risorse a livello internazionale e nazionale, attraverso un’intensa attività progettuale, strettamente connessa con l’attività di ricerca che la sottoscritta ha condotto negli anni relativamente al proprio settore scientifico disciplinare e nello specifico al Language Testing.

Dal 1992 al 2000, la sottoscritta è stata responsabile, per la parte italiana, all’interno dell’Associazione europea ALTE, di diversi progetti internazionali finanziati dal Programma Lingua, per conto della Commissione Europea.

Il progetto: The Description and Comparison of Foreign Language Qualifications in the EC è stato finanziato dal Lingua Grant 93-09/1326/UK-III, nel 1993.

Al progetto hanno preso parte oltre l’Università per Stranieri di Perugia, la EFL Unit dell’UCLES (University of Cambridge Local Examinations Syndicate), l’Alliance Française, la Generalitat de Catalunya, il Goëthe Institut, l’Instituto Cervantes, l’Instituut Voor Toeetsontwikkeling (CITO), l’Universidade de Lisboa, l’Universidad de Salamanca, l’Institut for Nordisk Filologi, Københavns Universitet.

Il progetto: An Instrument for the provision of activity-based curricola, linguistic audits and diagnostic test tasks, rappresenta la seconda fase del progetto precedente ed è stato finanziato dal Lingua Grant n° 94-03/1629/UK-III negli anni 1994-95.

La sottoscritta ha prodotto la versione finale per l’italiano delle ‘indicazioni di capacità’. Esempi di ‘indicazioni di capacità’ sono contenuti nella pubblicazione La verifica delle competenze linguistiche. Misurare e valutare nella certificazione CELI.

La sottoscritta è stata altresì coinvolta nel processo di validazione delle ‘indicazioni di capacità’ ed utilizzate in appositi questionari somministrati a candidati CELI con l’obiettivo di verificare empiricamente la corrispondenza fra l’abilità dei candidati, o meglio il profilo che ne tracciano le ‘indicazioni di capacità’, e la difficoltà dell’esame.

Il progetto: A Multilingual Glossary of Assessment and Language Testing Terms è stato finanziato dal Lingua Grant n° 94-09/1801/UK-III nel 1995.
Al progetto hanno partecipato le stesse Istituzioni coinvolte nei progetti precenti, cui si è aggiunto per la lingua gaelica: l’Institiúid Teangeolaíochta Eireann (ITÉ).
Il progetto ha portato alla realizzazione di un glossario di termini relativi al testing linguistico, con l’intento di fornire una serie coerente ed organica di definizioni di termini, onde facilitare la comunicazione internazionale in tale specifico settore. Il progetto si è concluso con la pubblicazione di un glossario multilingue dei termini di più largo uso nel Language Testing. Il volume: Multilingual glossary of language testing terms, edito dalla Cambridge University Press, fa parte di una collana di studi sul Language Testing: ‘Studies in Language Testing’, a cura dell’UCLES (University of Cambridge Local Examinations Syndicate).

La sottoscritta ha prodotto i termini e le definizioni in italiano contenuti nel volume e nel relativo CD-Rom.
Il progetto: CommuniCAT è relativo all’elaborazione di un sistema di Computer Adaptive Testing.
Il Computer Adaptive Testing è tuttora uno dei settori di ricerca di maggiore interesse e sviluppo nell’ambito del Language Testing.
Il progetto CommuniCAT, iniziato nel 1997 si è concluso nel 2000. Vi hanno preso parte 6 Istituzioni membri dell’ALTE: UCLES (University of Cambridge Local Examinations Syndicate), Alliance Française, Goëthe Institut, Università per Stranieri di Perugia, Universidad de Salamanca e Certificaat Nederland als Vreemde Taal in rappresentanza delle rispettive lingue: inglese, francese, tedesco, italiano, spagnolo e olandese.

Nel novembre 2000, CommuniCAT ha ottenuto un prestigioso riconoscimento europeo nel settore dell’educazione linguistica: l’European Academic Software Award (EASA). Tale riconoscimento viene assegnato ogni due anni dall’European Knowledge Media Association a progetti che si siano particolarmente distinti nell’utilizzo di tecnologie avanzate per scopi educativi ed accademici.
A seguito della pubblicazione del QCER, la sottoscritta ha fatto parte di un ristretto gruppo di esperti europei che ha curato la implementazione ed applicazione del documento europeo sia in ambito di valutazione che di insegnamento/apprendimento. In particolare è stata coordinatore nazionale del progetto:

Descrizione dei livelli di riferimento del Quadro comune europeo per le lingue nazionali e regionali promosso dalla Divisione per le Politiche Linguistiche del Consiglio d’Europa, Il progetto si è concluso nel 2010 con la pubblicazione del Profilo della lingua italiana. I livelli del QCER A1, A2, B1, B3 (Nuova Italia).
Dal 2008 al 2012 è stata responsabile nazionale, oltre che membro del Programme Board,
del progetto:

Indagine europea sulle competenze linguistiche (più comunemente noto come Indicatore europeo delle competenze linguistiche), uno dei progetti chiave delle Commissione Europea per una reale ed effettiva promozione del multilinguismo nei paesi dell’Unione Europea, partendo dalla formazione scolastica.
A tale progetto ha lavorato il consorzio europeo SurveyLang (contract Number SI2491904). Partners del Consorzio oltre al CVCL dell’Università per Stranieri di Perugia sono stati: Centre
international d’études pédagogiques (CIEP), Gallup Europe, Goethe Institut, Instituto Cervantes, National Institut for Educational Measurement (Cito), University of Cambridge ESOL Examinations, Universitad de Salamanca.

Dal 2015 al 2018 è stata responsabile scientifica, per conto dell’Università per Stranieri di Perugia, del progetto:
The Language Magician finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Erasmus KA2 Cooperation for Innovation and exchange of good practices - ‘Strategic Partnership’. Al progetto partecipano oltre al Goethe Institut (capofila) e all’Università per Stranieri di Perugia, altre 8 istituzioni di 4 paesi europei: The University of Westminster, (Regno Unito), Universitaet Leipzig (Germania), Università per Stranieri di Siena (Italia), Centro do Profesorado Norte de Tenerife (Spagna), Consejería de Educatión en Reino Unido e Irlanda (Spagna), Consejería de Educatión, Formación y Empleo (Spagna), The University of Reading (Regno Unito), Association for Language Learning (Regno Unito).
Il progetto si è proposto di contribuire al miglioramento della qualità nell'insegnamento delle lingue straniere nelle scuole primarie europee e sviluppare uno strumento (computer game) per la valutazione dell'apprendimento delle lingue straniere (inglese, tedesco, spagnolo, francese, italiano) nelle scuole primarie europee.
La sottoscritta è stata responsabile nazionale dei seguenti progetti nazionali:
Il progetto: Italiano, lingua nostra è un progetto promosso nel 2010 dalla Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno e finanziato con fondi FEI (Azione 1, residuo triennio 2007/2010)).
Il progetto è stato realizzato dal febbraio al giugno 2010 (2843 studenti partecipanti, 149 corsi a livello A1 e A2 attivati in 51 città italiane).  Il progetto Formazione, lavoro e integrazione: dalla voce di datori di lavoro e lavoratori migranti alle buone prassi. Un percorso di ricercazione a livello europeo è un progetto transnazionale, realizzato dal CVCL come capofila nel 2013-14, promosso dal Ministero dell’Interno e realizzato con fondi FEI (Azione 8, annualità 2012). Nel corso del progetto è stata realizzata un’indagine conoscitiva sul ruolo della formazione, anche linguistica, nell'inserimento dei migranti nel mondo del lavoro. Oltre a due partner italiani: CTP di Asolo e Associazione Integra hanno partecipato al progetto tre soggetti esteri: Goethe Institut, Università di Lisbona, Università di Cambridge –ESOL. La sottoscritta è stata inoltre, nel 2015, responsabile scientifico, per conto dell’Università per Stranieri di Perugia, del progetto nazionale:  Guida e Compendio sull’Accordo di Integrazione. Il Progetto è stato finanziato dal Ministero dell’Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione attraverso il Fondo per l’Integrazione dei cittadini dei Paesi Terzi (FEI)- Azione 1- Annualità 2013. Il progetto è stato realizzato dall’Associazione Temporanea di Scopo (ATS) appositamente costituitasi fra le Università per Stranieri di Perugia e Siena. Il progetto si è concluso con la realizzazione delle seguenti attività progettuali: guida per la valutazione della conoscenza della cultura civica e della vita civile in Italia (testo+video); compendio sulle tematiche di cultura civica oggetto di verifica, testi di supporto per il cittadino straniero; traduzione dei sussidi multimediali.
La sottoscritta, per conto dell’Università per Stranieri di Perugia è stata responsabile scientifico, nel 2016, di un ulteriore  progetto nazionale FAMI (Fondo Asilo Migrazione Integrazione) realizzato dall’Associazione temporanea di Scopo (ATS) appositamente costituitasi fra i membri della CLIQ: Università per Stranieri di Perugia, Università per Stranieri di Siena, Università Roma Tre e Società Dante Alighieri per la creazione di strumenti idonei (sillabi) per lo sviluppo e l’attestazione di competenze alfabetiche (livello pre-A1), nonché delle competenze linguistico-comunicative (livello B1) necessarie ai fini dell’innalzamento del livello di inclusione dei cittadini immigrati nel tessuto sociale e lavorativo italiano.

La sottoscritta è stata responsabile scientifico, per conto dell’Università per Stranieri di Perugia, del progetto:
CIC to CIC, finanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020, Avviso OS2 Integrazione/Migrazione legale - ON2 Integrazione ‘Piani regionali per la formazione civico linguistica dei cittadini di Paesi terzi’. Il progetto - che vede un consorzio coordinato dalla Regione Umbria e composto da: Università per Stranieri di Perugia, Ufficio Scolastico Regionale, Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Perugia e Terni, Cidis Onlus e CSC - ha preso avvio il 22 settembre scorso.
Il progetto, di durata biennale ha realizzato interventi rivolti ai cittadini non comunitari residenti nel territorio umbro con particolare attenzione ai gruppi a rischio di marginalità sociale: donne, titolari di protezione internazionale e umanitaria e immigrati isolati geograficamente.

La sottoscritta è attualmente responsabile scientifico per conto dell’Università per Stranieri di Perugia del progetto:
Studio e analisi dell'impatto dei percorsi formativi e valutativi presso i CPIA, finanziato dal Ministero dell’Interno nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2017-2019. Il progetto verrà realizzato dall’ATS che fa capo all’Associazione CLIQ (Certificazione della Lingua Italiana di Qualità) di cui l’Università per Stranieri di Perugia è socio fondatore insieme all’Università per Stranieri di Siena, all’Università Roma Tre e alla Società Dante Alighieri. Obiettivi generali del progetto sono:
 validare l’efficacia della formazione linguistica e civica offerta nei FAMI
 validare i percorsi di valutazione della competenza linguistico-comunicativa in italiano L2 e delle conoscenze civiche offerti nei FAMI e i relativi strumenti
 validare l’efficacia della formazione linguistica e civica offerta nei FAMI
 validare i percorsi di valutazione della competenza linguistico-comunicativa in italiano L2 e delle conoscenze civiche offerti nei FAMI e i relativi strumenti.
Le attività progettuali sono iniziate nell’ottobre 2017 e si concluderanno a novembre 2019.

ATTIVITÀ DI GESTIONE DEL CVCL
La sottoscritta è dal 2005 Direttore del CVCL. Oltre ad aver progettato ed implementato il sistema certificatorio CELI, per conto dell’Università per Stranieri di Perugia, corredandolo del necessario supporto teorico e metodologico, ha lavorato alla costituzione del CVCL, alla sua organizzazione, definendone funzioni e priorità. Lo ha portato in questi anni a raggiungere standard di qualità a livello internazionale, gli stessi raggiunti da Istituzioni con strutture ben più importanti ed articolate del CVCL, come Cambridge Assessment, Goethe Institut, Centro Pedagogico del Ministero dell’Istruzione francese: CIEP. I certificati CELI hanno recentemente ottenuto, per la terza volta, dalla fine degli anni ’90, il Q-Mark dell’ALTE (Association of Language Testers in Europe). Alla elaborazione e applicazione del Sistema di controllo di qualità dell’ALTE, la sottoscritta ha attivamente collaborato dalla fine degli anni ’90 ad oggi.
IL CVCL opera oggi in sei macro settori:
- elaborazione, produzione e rilascio di certificati linguistici CELI per l’italiano generale, articolati in 6 livelli e calibrati sulla scala del QCER;
- elaborazione, produzione e rilascio dei certificati glottodidattici DILS-PG, articolati in due livelli: DILS-PG di I livello e DILS-PG di II livello, operativi dal 2008;
- formazione in valutazione linguistica (Language Testing) e formazione di esaminatori CELI;
- formazione in preparazione alla DILS-PG;
- partecipazione a progetti nazionali e internazionali;
- attività di ricerca.

PARTECIPAZIONE A CONVEGNI E CONFERENZE IN QUALITÀ DI ORATORE INVITATO O DI MEMBRO DEL COMITATO SCIENTIFICO
La sottoscritta ha presentato il proprio lavoro, le attività progettuali connesse e la propria
ricerca in numerosi seminari e congressi nazionali internazionali ai quali ha partecipato come
relatore.
Al Corso di Aggiornamento per docenti d'italiano L2 organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado e dalla Cattedra di Lingua e Letteratura Italiana della Facoltà di Filologia dell'Università di Belgrado il 17 e 18 maggio 1991, con un seminario sul tema:
"Ipotesi di certificazione della conoscenza dell'italiano come L2".

Al Seminario "Certificazione CELI: livelli, tecniche di verifica, scale di valutazione" organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di Atene il 29 giugno 1992.
Al Seminario "Certificazione CELI: livelli, tecniche di verifica, scale di valutazione" organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di Salonicco il 30 giugno 1992.
Al Seminario sulla Certificazione della Conoscenza della Lingua Italiana, organizzato dall’Università per Stranieri di Siena nel gennaio 1993 a Chianciano, con due interventi: "Presupposti teorici e metodologici al modello di certificazione della conoscenza dell'italiano proposto dall'Università per Stranieri di Perugia","La struttura, i livelli, la composizione delle prove della certificazione dell'Università per Stranieri di Perugia".

All’ Italian Day organizzato dalla ALL (Association for Language Learning) il 19 giugno 1993, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Londra, con una relazione sul tema: "Examinations of Italian as a Foreign language. Levels of General Proficiency in Italian".
Al XII° Incontro dell’ASDIFLE (Association de Didactique du Francais Langue Etrangère), presso l’Istituto Francese di Berlino (24 e 25 settembre 1993) e dedicato al tema: Certifications Linguistiques en Europe: Problematique et Methodologie, con un intervento sul tema: "Un projet de certification pour l'italien, langue étrangère".
Al Seminario sulla Competenza Linguistica nelle Lingue Straniere per la Ricerca e la Formazione del Personale, organizzato, presso l’Ambasciata Britannica, dall’ AISLI (Associazione Italiana Scuole di Lingua Inglese), dall’ EQUALS (The European Association for Quality Language Services) e dall’ UCLES (University of Cambridge Local Examinations Syndicate), il 22 novembre 1993, con un intervento sul tema: "Valutazione degli esami di lingua".
Al Seminario organizzato dall’EQUALS (The European Association for Quality Language Services), presso la Camera di Commercio di Roma, sul Sistema di controllo qualitativo nell’insegnamento delle lingue straniere, il 31 marzo 1995, con una relazione sul tema:" Il Framework dell'ALTE e la certificazione CELI".
Al 71° Convegno dell’AATI (American Association of Teachers of Italian) che si svolto a Chianciano Terme l’11, 12, 13 dicembre 1995, con una relazione sul tema: "Il testing linguistico in un contesto internazionale: lo schema europeo dell'ALTE e la certificazione dell'Univerasità per Stranieri di Perugia.
Al Convegno internazionale: L’Italiano e le altre lingue a confronto: la certificazione delle competenze linguistiche nell’Unione Europea, che si è svolto presso la Terza Università di Roma, l’Università per Stranieri di Siena e l’Università per Stranieri di Perugia il 14, 15, 16 maggio 1996, con una relazione sul tema: "Creazione ed utilizzo di una banca di item per un sistema di certificazione di competenze diffrenziate";
Al Seminario su Language Teaching and Testing in Higher Education organizzato dal Centro Linguistico Audiovisivi del Politecnico di Torino il 24 e 25 ottobre 1996, con due interventi: "A model of competence in language: Waystage and Threshold","Language Testing: European and other approaches".
Al 1° Forum universitario IBM-GC (Global Campus) su: Learning Technologies, che si è svolto a Stoccarda il 21 e 23 maggio 1997, con una relazione sul tema: "An experimental project for the administration through computers of tests and examinations within a certification system"; al Seminario per docenti di italiano L2 organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam il 16 e 17 ottobre del 1998 con un intervento sul tema "La verifica e la misurazione delle competenze linguistiche".
Al 74° Convegno dell’AATI (American Association of Teachers of Italian) che si è svolto a Crotone il 16,17,18 dicembre 1998, con una relazione sul tema: "CommuniCAT: a computer adaptive testing project for Italian as a foreign language".
Al Convegno Apprendimento ed insegnamento delle lingue per un'Europa multilingue e multiculturale organizzato dall’International House di Milano il 16 e 17 febbraio 2001, in occasione dell’Anno Europeo delle Lingue, con un intervento sul tema: Verificare e misurare le competenze linguistiche in italiano L2. La certificazione CELI e il framework internazionale dell’ALTE.
Alla ‘Conference Day’ nell’ambito del meeting dell’ALTE, presso l’Aula Magna dell’Università per Stranieri, il 6 aprile 2001 con un intervento sul tema: “Case Study on use of the ALTE Can Do statements in Italy”.

Al Convegno internazionale European Language Testing Issues in a Global Context organizzato dall'ALTE a Barcellona dal 5 al 7 luglio 2001 per l'anno europeo delle lingue, con una presentazione orale sul tema: Measuring and evaluating the competence of Italian as a foreign language.
Al Seminario per la formazione degli Esaminatori degli esami CELI, tenutosi nei giorni 23-24 maggio 2002 presso la Scuola Italiana di Atene.
Al Seminario di aggiornamento organizzato dalla KBZ di Lucerna il 21 settembre 2002 per gli insegnanti che preparano candidati agli esami delle certificazioni CELI e CIC, dal titolo: Verificare e valutare le competenze linguistiche in italiano L2. I livelli del Consiglio d'Europa, il Framework dell'ALTE e la certificazione CELI.
Al seminario di presentazione di "Certificati linguistici Internazionali" presso il Centro Linguistico della Libera Università di Bolzano, tenutosi il 2 ottobre 2002, con un intervento dal titolo: La certificazione CELI e il Quadro di Riferimento Europeo per le Lingue.
Al seminario di formazione per gli esaminatori della produzione orale negli esami CELI, tenutosi presso la il Centro Linguistico della Libera Università di Bolzano il 2 ottobre 2002.
Alla conferenza sulle certificazioni CELI e CIC in occasione del decennale della certificazione CELI tenutasi presso l’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona il 20 febbraio 2003 con un intervento dal titolo: La certificazione dell’Università per Stranieri di Perugia, l’internazionalizzazione dei certificati e le linee guida europee.
Alla conferenza sulle certificazioni CELI e CIC in occasione del decennale della certificazione CELI tenutasi presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid il 22 febbraio 2003 con un intervento dal titolo: La certificazione dell’Università per Stranieri di Perugia e i livelli del Quadro comune di riferimento europeo.
Al seminario di presentazione dei certificati di italiano commerciale CIC tenutosi il 3 aprile 2003 presso la Scuola Italiana di Atene con un intervento dal titolo: Un nuovo sistema certificatorio per l’italiano in contesti di lavoro legati al commercio e agli affari. Dalla certificazione CELI alla certificazione CIC.
Alla presentazione della Certificazione dell’Università per Stranieri di Perugia presso l’Istituto Italiano di Cultura di Parigi il 24 maggio 2003 con un intervento dal titolo:Verificare e valutare le competenze linguistiche nelle L2. I livelli del Consiglio d’Europa, il Framework dell’ALTE, le certificazioni CELI e CIC.
Alla settimana in presenza del Master ITALS dell’Università Ca’ Foscari di Venezia il 17 luglio 2003 con un intervento dal titolo: La valutazione delle competenze linguistiche e la certificazione. Il Consiglio d’Europa, il Quadro di riferimento dell’ALTE. Le certificazioni dell’Università per Stranieri di Perugia CELI e CIC.
Al 12° Convegno Nazionale dell’ILSA (Insegnanti Italiano Lingua Seconda Associati) tenutosi a Firenze il 18 ottobre 2003 presso la Scuola Eurocentro con un intervento dal titolo: IL Consiglio d’Europa, il Quadro Comune Europeo di Riferimento e la Certificazione. L’esperienza dell’Università per Stranieri di Perugia e dell’ALTE.
All’incontro con gli esaminatori CELI presso la Scuola Italiana di Atene tenutosi nel giorno 4 novembre 2003.
Al seminario di formazione per gli esaminatori della produzione orale negli esami CELI, tenutosi presso l’Istituto Italiano di Cultura di Tirana tenutosi il 14 novembre 2003.
Al seminario organizzato a Roma presso il X Circolo dal Coordinamento dei Centri Territoriali del Lazio il 19 marzo 2004 con un intervento dal titolo: La valutazione delle competenze linguistiche e la certificazione nella prospettiva del Quadro Comune Europeo di Riferimento del Consiglio d’Europa.
Al convegno della Dilit International House di Roma su “Il quadro comune europeo di riferimento per le lingue” tenutosi a Roma dal 2 al 4 aprile 2004 con un intervento dal titolo: La valutazione delle competenze linguistiche in italiano L2 e la certificazione. La proposta dell’ALTE (association of Language Testers in Europe) e l’esperienza dell’Università per Stranieri di Perugia.
Alla presentazione della Certificazione dell’Università per Stranieri di Perugia presso l’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia il 19 aprile 2004 con una relazione dal titolo: La certificazione linguistica e i livelli del Quadro Comune Europeo. L’esperienza dell’ALTE e dell’Università per Stranieri di Perugia.
Alla Scuola Estiva per docenti d’italiano L2 organizzata dal Laboratorio ITALS del Dipartimento di Scienze del Linguaggio dell’Università Ca’ Foscari, tenendo un seminario di una giornata su: “Verifica e valutazione delle abilità produttive” il 13 luglio 2004.
All’Incontro organizzato dal Consolato Generale d’Italia a Basilea il 23 ottobre 2004 in occasione della 4° settimana della Lingua italiana nel mondo, sul tema: La diffusione della lingua italiana tramite i corsi di lingua e cultura: un patrimonio di valori culturali e competenze, un potenziale da riconoscere e sviluppare”, con una relazione dal titolo: L’attività di certificazione dell’Università per Stranieri di Perugia e i risultati della sperimentazione del Progetto Paese.
All’incontro organizzato dalla Divisione per le Politiche Linguistiche del Consiglio d’Europa a Strasburgo nel giugno 2005 per presentare i primi risultati del progetto di sperimentazione del Manuale: Relating Language Examinations to the CEFR relativamente agli esami CELI.
All’incontro organizzato dall’Università di Atene il 26 ottobre 2005 in occasione della Settimana della Lingua e della Cultura italiana con un intervento dal titolo: La Certificazione linguistica dell’Università per Stranieri di Perugia.
All’incontro organizzato dalla Divisione per le Politiche Linguistiche del Consiglio d’Europa a Strasburgo il 5 dicembre 2005 per presentare lo stato di avanzamento dei lavori relativi al Progetto di descrizione per l’italiano dei livelli di riferimento del QCER.
Al seminario per esaminatori della Prova di Produzione orale degli esami CELI organizzato presso la Scuola Italiana di Atene il 7-8 aprile 2006.
Al Convegno: “Un mondo di italiano” organizzato dall’Università per Stranieri a Perugia il 4 e 5 maggio 2006 con una relazione dal titolo: Progetti europei: nuove prospettive sulla scia del QCER.
Alla giornata di lavori organizzata dall’Associazione europea ALTE ad Atene il 26 settembre 2006 con un intervento dal titolo: La prospettiva europea della Certificazione linguistica dell’Università per Stranieri di Perugia.
All’incontro organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Pechino il 26 ottobre 2006 in occasione della settimana della Lingua e della Cultura italiana con un intervento dal titolo: L’Attività di Certificazione linguistica dell’Università per Stranieri di Perugia: presupposti e progetti.
Al seminario organizzato dalla Divisione per le Politiche Linguistiche del Consiglio d’Europa a Cambridge, il 7 dicembre 2007 con un intervento dal titolo: The Benchmarking Experience. Conducting a Benchmarking Conference.
All’ “International Exibtion on Education” organizzata ad Atene il 23-24 febbraio 2008 con un intervento dal titolo: The role and the function of Language Certification in the European context. A possibile new perspective.
Alla III Conferenza internazionale dell’ALTE organizzata dall’Università di Cambridge a Cambridge il 10-12 aprile 2008 con un intervento dal titolo: All different all equals towards cross language benchmaking using sample of oral production in French German and Italian.
Alla Conferenza su “Language and Integration” organizzata a Berlino il 18 settembre 2010 dal Goethe Institut, Consiglio d’Europa e Commissione Europea con un intervento dal Titolo: The voice of the stakeholders. Suvey on particpitants and teachers.
Al Convegno organizzato dal gruppo europeo LAMI (Language and Migration), dall’ALTE e dal CVCL l’11 maggio 2010 sul tema: Valutazione linguistica ed integrazione nel contesto italiano, con un intervento dal titolo: Il sistema certificatorio CELI in contesto di migrazione. Approcci ed obiettivi.
Al Convegno organizzato dall’Università per Stranieri di Perugia in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale il 22 maggio 2010 sul tema della formazione degli insegnanti di italiano L2 con un intervento dal titolo: Valutazione ed integrazione il Progetto Italiano, lingua nostra.
Alla IV Conferenza internazionale dell’ALTE organizzata a Cracovia dal 7 al 9 luglio 2011 con un intervento dal titolo: Migration policies in Italy in relation to language requirements. The project Italiano, lingua nostra impact and limitations.
Al Convegno “Analyzing the current situation of Language Testing in Italy” organizzato dall’Università di Modena e Reggio Emilia il 7 giugno 2012 con un intervento dal titolo: Le certificazioni di italiano L2: quale contributo ad un approccio sistematico alla valutazione linguistica.
Al seminario organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Atene il 25 gennaio 2013 con unintervento dsl titolo: Prepazione agli esami CELI e struttura dell’offerta formativa: problematiche.
Al Corso Introduttivo al Language Testing organizzato dall’Università di Bolzano il 12 dicembre 2014.
Ad un incontro organizzato all’Università per Stranieri di Perugia dalla SLI il 21 aprile 2015 con un intervento dal titolo: La lettura e la verifica della comprensione con particolare riferimento alla scuola secondaria di primo grado.
Alla conferenza dell’ALTE organizzata a Perugia presso l’Università per Stranieri di Perugia, dal 9 all’13 novembre 2015, con un intervento dal titolo: How did the ALTE QWS help to improve? Training of raters.
Alla sesta conferenza dell’ALTE organizzata a Bologna dal 3 a 5 maggio 2017 con due interventi dal titolo: Predicting readability of text of for Italian L2 students: A preiminary study e The evaluation of Chinese students of Italian L2 in China and in Italy. Practices at the Universities for Foreigners of Perugia and Siena.

PUBBLICAZIONI
1. Grego Bolli, G., Machetti, S., Rini, D. (2017). Researching Italian language assessment in China and Italy: focusing on CELI and CILS examinations. In C. Bagna, N. Chapedi, L. Savati, A. Scibetta, M. Visigalli (a cura di ), La lingua italiana per Studenti internazionali: aspetti linguistici e didattici. p. 28-36. PERUGIA: OL3 Edizioni. ISBN: 978-88-98108-11-4.
2. Grego Bolli, G., Rini, D., Spina, S. (2017). Predicting readability of texts for Italian L2 students: A preliminary study. In: Learning and Assessment: Making the Connection - Proceedings of the ALTE 6th International Conference, May 2017, p. 272-278. Available at: events.cambridgeenglish.org/alte2017-test/perch/resources/alte-2017-proceedings-final.pdf.
3. Grego Bolli, G., Machetti, S., Rini, D., Bandini, A. (2017). The evaluation of Chinese students of Italian L2 in China and in Italy. Practices at the Universities for Foreigners of Perugia and Siena. In: Learning and Assessment: Making the Connection - Proceedings of the ALTE 6th International Conference, May 2017, p. 118-123. Available at: events.cambridgeenglish.org/alte2017-test/perch/resources/alte-2017-proceedings-final.pdf.
4. Grego Bolli, G. (2017). La lettura e la verifica della comprensione nella prospettiva del Language Testing, con un riferimento alle prove INVALSI nella scuola secondaria di primo grado. In S. Covino (a cura di), Per una didattica mirata della lingua. Acquisizione, misurazione e valutazione delle competenze linguistiche. Seminario triregionale dell’ASLI Scuola (Firenze, Perugia, Catania, 20-23 aprile 2015), p. 63-83. FIRENZE: Franco Cesati Editore. ISBN: 978-88-7667-662-8.
5. Grego Bolli, G., Lloyd J., Rini D. (2016). Meeting standards in assessing speaking: monitoring and improving the quality of examinations in Italian. In Milanovic M. and
C.J. Weir (eds). Studies in Language Testing: Proceedings of the ALTE Paris Conference 2014. Cambridge: Cambridge University Press.
6. Grego Bolli, G. (2014). Using Quality Management Systems to improve test development and standards and to promote good practice: A case study of testing Italian as a foreign language. In: Language Learning in Higher Education, vol. 4 (1), p. 179-206, ISSN: 2191-611X.
7. Grego Bolli, G. (2013). Assessing Italian. In: A. J. Kunnan (ed). The Companion to Language Assessment. p. 2018-2028. OXFORD: Wiley Blackwell, ISBN: 978-0-470-65533-7.
8. Grego Bolli, G. (2013). Migration policies in Europe in relation to language requirements. The project Italiano, lingua nostra: impact and limitations. In: E. D. Galaczi and C. J. Weir (eds). Studies in Language Testing 36: Exploring Language Frameworks. Proceedings of the ALTE Krakow Conference, p. 45-61. CAMBRIDGE: Cambridge University Press, ISBN: 978-1-107-67702-9.
9. Grego Bolli, G. (2010). Il progetto del Profilo della lingua italiana, Il Centro per la Valutazione e la Certificazione Linguistica (CVCL) e il Consiglio d’Europa. Breve storia e ragioni di una collaborazione di lunga data. In: B. Spinelli, F. Parizzi, Profilo della lingua italiana. I livelli del QCER A1, A2, B1, B2. p. 113-123, FIRENZE: La Nuova Italia, ISBN: 978-88-221-6327-1.
10. Breton, G., Grego Bolli, G., Perlmann Balme, M. (2010). All different - all equal? . FORUM SPRACHE, vol. 4, p. 5-19. ISSN: 1868-0852.
11. Grego Bolli, G. (2010). I progetti del Consiglio d'Europa in ambito di educazione linguistica e il Profilo della lingua italiana. Livelli di riferimento del QCER A1, A2, B1, B2. In: In B. Spinelli, F. Parizzi, Profilo della lingua italiana. I livelli di riferimento del QCER A1, A2, B1, B2. p. 1-10. FIRENZE: La Nuova Italia, ISBN: 978-88-221-6327-1.
12. Grego Bolli, G. (2009). Productions orales illustrant les 6 niveaux du Cadre européen commun de référence pour les langues (Commentaires sur les niveaux attribués en italien) http://www.ciep.fr/publi_evalcert/dvd-productions-orales-cecrl/index.php. In: Productions orales illustrant les 6 niveaux du Cadre européen commun de référence pour les langues. p. 1-22, SÉVRÉS: Centre International d'Etudes Pédagogiques (CIEP).
13. Grego Bolli, G. (2008). Progetti Europei: nuove prospettive sulla scia del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue. In: A. Ciliberti (a cura di), Un mondo di italiano. p. 25-48. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 978-88-557-0104-4.
14. Grego Bolli, G. (2008). Esempi di produzioni orali. A illustrazione per l’ italiano dei livelli del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue del Consiglio d’Europa. p. 1-63. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 978-88-557-0161-7 (2 DVD allegati alla pubblicazione).
15. Grego Bolli, G., Pelliccia, F., Hardcastle, P. (2007). Using Classical Test Theory to Establish Test Version Equivalence and Stability in a European language test suite - the Case of the CELI. In: C. Carlsen, E. Moe (eds). A Human Touch to Language Testing. p. 58-75. OSLO: Novus Press, ISBN: 978-82-7099-452-6.
16. Grego Bolli, G. (2007). La certificazione linguistica in relazione al Quadro Comune Europeo di Riferimento. BABYLONIA, vol. 1, p. 38-39, ISSN: 1420-0007.
17. Grego Bolli, G. (2006). Il "Quadro" e la valutazione. In: M. Mezzadri (a cura di), Integrazione Linguistica in Europa. p. 221-246. TORINO: UTET, ISBN: 88-6008-087-8. 2005.
18. Grego Bolli, G., Pelliccia F (a cura di) (2005). CELI. Breve guida ai certificati di italiano L2. p. 1-31, PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-829-8.
19. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (2004). La verifica delle competenze linguistiche. Misurare e valutare nella certificazione CELI. p. 1-390. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-737-2 2004.
20. Grego Bolli, G. (2004). Measuring and evaluating the competence in Italian as a foreign language. In: M. Milanovic and C. Weir (eds). Studies in Language Testing 18: European Language Testing in a Global Context. Proceedings of the ALTE Barcelona Conference,
July 2001. p. 271-283. CAMBRIDGE: Cambridge University Press, ISBN: 0-521-53587-5.
21. Grego Bolli, G. (2004). Il Consiglio d’Europa, il Quadro Comune Europeo e la Certificazione linguistica. L’esperienza dell’Università per Stranieri di Perugia e dell’ALTE. In: E. Jafrancesco (a cura di), Le tendenze innovative del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue e del Portfolio. p. 45-63, ATENE: Edilingua, ISBN: 960-7706-87-0.
22. Grego Bolli, G. (2002). CommuniCAT: a Computer Adaptive Testing for Italian as a foreign language. In: L'Italia nella lingua e nel pensiero. LIBRI E RIVISTE D'ITALIA, vol. II, p. 607-614. ROMA-TORINO: Ministero per i beni culturali e ambientali, ISSN: 0024-2683.
23. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1998). CELI 5 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 5. Prove d'esame. p. 1-212. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-279-6.
24. Grego Bolli, G. (1998). Glossario terminologico del testing linguistico. In: M. Milanovic (ed). Studies in Language Testing 6: Multìlingual glossary of language testing terms. p. 284-320. CAMBRIDGE: Cambridge University Press, ISBN: 0-521-65877-2.
25. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1998). CELI 4 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 4. Prove d'esame. p. 1-202. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-278-8.
26. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1997). CELI 1 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana - Livello 1. Prove d'esame. p. 1-166. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-252-4.
27. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1997). CELI 2 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana - Livello 2. Prove d'esame. p. 1-152. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-253-2.
28. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1997). CELI 3 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 3. Prove d'esame. p. 1-198. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-296-6.
29. Grego Bolli, G., Milanovic, M. (1996). Il testing linguistico in un contesto internazionale: lo schema europeo dell'ALTE e la certificazione dell'Università per Stranieri di Perugia. In: American Association of Teachers of Italian. IL VELTRO, vol. 3-4, p. 408-412, Il Veltro Editrice, Roma, ISSN: 0042-3254.
30. Grego Bolli, G., Moretti, G.B., Cernetti Paoloni, A. (1994). L'italiano come seconda lingua nelle varietà del suo repertorio scritto e parlato. Esercizi, testi di verifica e chiavi. Vol. II, p. 1-245. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-081-5.
31. Grego Bolli, G. (1994). Presupposti teorici e metodologici al modello di certificazione della conoscenza dell'italiano proposto dall'Università per Stranieri di Perugia. Educazione Permanente, p. 46-54. ISSN: 1125-9922.
32. Grego Bolli, G. (1994). La struttura, i livelli, la composizione delle prove della Certificazione dell'Università per Stranieri di Perugia. In: Educazione Permamente, p. 67-80. ISSN: 1125-9922.
33. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1994). CELI 1 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 1. Prove d'esame. p. 1-86. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-138-2.
34. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1994). CELI 2 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 2. Prove d'esame. p. 1-78. PERUGIA: Guerrra edizioni, ISBN: 88-7715-137-4.
35. Grego Bolli., G., Spiti, M. G. (a cura di) (1994). CELI 3 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 3. Prove d'esame. p. 1-102. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-136-6.
36. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1994). CELI 5 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana – Livello 5. Prove d'esame. p. 1-125. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-134-X.
37. Grego Bolli, G. (1994). Examinations of italian as a Foreign Language. Levels of General Proficiency in Italian. p. 1-32. Perugia: Guerra Edizioni, ISBN: 887715130-7.
38. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (a cura di) (1994). CELI 4 Certificato di Conoscenza della Lingua Italiana - Livello 4. Prove d’esame. p. 1-208, PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-135-8.
39. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (1993). Verifica del grado di conoscenza dell'italiano in una prospettiva di certificazione. Breve guida alla prove d'esame. p. 1-131, PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-101-3.
40. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (1992). Verifica del grado di conoscenza dell'italiano in una prospettiva di certificazione. Riflessioni, proposte, esperienze, progetti. p. 1-95. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-104-8.
41. Grego Bolli, G., Spiti, M. G. (1990). Diploma di conoscenza della lingua italiana. Diploma di conoscenza della lingua e della cultura italiana. Guida pratica alle prove d'esame. p. 1-238. PERUGIA: Guerra Edizioni, ISBN: 88-7715-082-3.
42. Grego Bolli, G. (1983). Purpose Expressions in Contemporary English. In: GLI ANNALI - UNIVERSITÀ PER GLI STRANIERI, p. 111-121, ISSN: 1121-0370.
43. Grego Bolli, G. (1982). La funzione della finale nell'italiano scritto contemporaneo. In: GLI ANNALI - UNIVERSITÀ PER GLI STRANIERI, p. 131-158, ISSN: 1121-03.

Log in