Atenei e Rettori

Ferlenga Alberto - Rettore Università Iuav di Venezia

  • Ateneo: IUAV Venezia
  • Scad.: Scadenza ottobre 2021
  • Ord.: Composizione architettonica e urbana
  • Nato: 17/04/1954 a Castiglione delle Stiviere (Mantova)
  • Sede: Via Santa Croce, 191 30135 Venezia
  • Tel.: Tel. 041 2571750 e 041 2571726 Fax 041/2571760
  • Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

La sua carriera universitaria si svolge tra il Politecnico di Milano, l’Università Federico II di Napoli, dove insegna dal 1988 al 1999 e lo Iuav di Venezia, dove viene chiamato nel 1999, e dove dal 209 dirige la Scuola di Dottorato. 15 anni fa ha fondato il seminario Villard che forma giovani architetti attraverso viaggi e incontri svolti in forma itinerante nelle principali città e università italiane e, come sua diretta conseguenza, il Dottorato Internazionale Villard de Honnecourt oggi al suo quarto ciclo.

Dal 1995 è professore ordinario di progettazione architettonica ed è chiamato nel 1998 alla cattedra di progettazione presso l’Università Iuav di Venezia dove sarà coordinatore, dal 2003, del dottorato internazionale Villard de Honnecourt da lui fondato e, in seguito, dal 2008, direttore della Scuola di Dottorato Iuav. Presso l’Università Iuav di Venezia coordinerà anche il corso di laurea magistrale in città e sarà coordinatore nazionale del PRIN Piccoli Aeroporti (2006).

Dal 1° ottobre 2015 Alberto Ferlenga è rettore dell’Università Iuav di Venezia.

Termine mandato di Rettore: 30 settembre 2021

Altri Incarichi
Dal 1981 al 1990 è redattore della rivista Lotus International e nel 1985 ottiene il Leone di Pietra della Biennale di Venezia. A partire dal 1985 cura e allestisce mostre tra cui quella dedicata a Aldo Rossi del Centre Pompidou di Parigi (curatela) nel 1991, quella dedicata a Dimitris Pikionis presso la fondazione Querini Stampalia di Venezia (curatela e allestimento con Fernanda De Maio) nel 1999, quella su Hans Van der Laan alla Basilica Palladiana di Vicenza (curatela) nel 2000, quella dedicata alle Città Invisibili di Italo Calvino (allestimento) per la Triennale di Milano nel 2002. 
Nel 2001 è tra i nove architetti italiani invitati a intervenire nella ricostruzione dell’area Fiat di Novoli a Firenze, ottiene premi e vince concorsi di architettura tra cui quello per l’area della caserma di Santa Marta a Verona e per l’area dei Ghezzi a Chioggia, per le piazze di Castiglione e per la scuola di Mirandola, che realizzerà. A sua volta partecipa come membro alle giurie di numerosi premi e concorsi tra cui il Prix Europèen de la Reconstruction de la Ville promosso dalla Fondation pour l'architecture di Bruxelles (1999), il concorso internazionale per il parco di City Life a Milano (2010), la Medaglia d’oro dell’architettura italiana della Triennale di Milano (2012-2015), il premio nazionale della Biennale di architettura del Perù (2014). 

Principali pubblicazioni
Tra le sue pubblicazioni: Africa, guida alle città romane del Nord Africa per le edizioni Clup, le monografie Electa su Aldo Rossi, Dimitri Pikionis, Hans van Der Laan, Joze Plecnik, i tre volumi dell’ “Architettura del Novecento” (con M. Biraghi), per Einaudi, il volumetto “Le strade di Pikionis” per Lettera 22. Invitato ad insegnare in numerose università del mondo ha vinto concorsi e realizzato opere d’architettura pubblicate sulle principali riviste. Nel 2012 ha curato la mostra “L’architettura del mondo”, per la Triennale di Milano di cui è responsabile, dal 2013, per il settore architettura e territorio, nel 2015 viene eletto Rettore dell’Università Iuav di Venezia.

 

Log in