Atenei associati alla CRUI

Coccia Eugenio - Rettore Gran Sasso Science Institute GSSI

  • Ateneo: Scuola Universitaria Superiore “Gran Sasso Science Institute” (GSSI)
  • Scad.: 11 settembre 2022
  • Ord.: Fisica sperimentale
  • Nato: il 15/11/1956 a San Benedetto del Tronto (AP)
  • Sede: Viale F. Crispi, 7 67100 L’Aquila
  • Tel.: 0862 4280262 - 0862 4280243
  • Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Il prof. Eugenio Coccia, nato a San Benedetto del Tronto (AP) il 15/11/1956, si è laureato in Fisica, con lode, presso l'Università di Roma "La Sapienza" nel 1980 nel gruppo di Edoardo Amaldi e Guido Pizzella

Incarichi accademici
Dal 12 settembre 2016 è Rettore del “Gran Sasso Science Institute” (GSSI) Scuola Universitaria Superiore a L’Aquila.
In precedenza, professore ordinario presso l'Università di Roma "Tor Vergata" (2001-2016), professore associato (1988-2000) e precedentemente ricercatore (1985-1987) presso lo stesso Ateneo.
Post-Doc e Fellow al CERN di Ginevra (1981-1985)
 
Altri incarichi
• Membro del Comitato di Esperti per la Politica della Ricerca (CEPR) dal 2014.
• Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Nazionale di Astrofisica dal 2015.
• Consigliere della Società Italiana di Fisica dal 2013.
• Direttore dei Laboratori del Gran Sasso dell’INFN (2003-2009),
• Direttore del Gran Sasso Science Institute (2012-2016), Centro di Studi Avanzati dell’INFN.
• Presidente del Gravitational Wave International Committee (2011-2015),
• Presidente della Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione (2000-2004).
• Presidente della Commissione Scientifica dell’INFN sulla Fisica Astroparticellare (2002-2003)
• Membro dell’Astroparticle Physics International Committee (Appic) dal 2013.
• Membro dei Comitati Scientifici di vari centri di ricerca: APC (Astroparticle and Cosmology) di Parigi, ENIGMASS di Annecy, Centro Fermi di Roma.
• Ha fatto parte di panel internazionali sulle strategie della fisica delle particelle e delle astroparticelle del CERN, dell'OCSE Global Science Forum, della National Academy of Science degli Stati Uniti e della Società Europea di Fisica.
 
Riconoscimenti
• È membro eletto di varie Accademie Scientifiche, tra le quali l’Academia Europaea e l’Accademia delle Scienze di Torino.
• È Socio Benemerito della Società Italiana di Fisica.
• Premiato nel 2016 con lo “Special Breakthrough Prize in Fundamental Physics”, di 2 milioni di dollari, insieme agli altri autori della scoperta delle onde gravitazionali.
• Nel 2012 vince il Premio e la Medaglia “Giuseppe Occhialini” dall’Institute of Physics del Regno Unito e dalla Società Italiana di Fisica, con la motivazione: “Per i suoi eccezionali contributi alla realizzazione dei primi osservatori con rivelatori criogenici e ultracriogenici di onde gravitazionali e per il suo ruolo internazionale nella comunità delle onde gravitazionali e nella più ampia comunità della fisica astroparticellare”
• Riceve nel 1983 il Premio di operosità scientifica, dedicato ai giovani fisici dalla Società Italiana di Fisica.
• Nel 2011 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l'onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Attività Didattica
Dal 1985 ha svolto corsi semestrali per le Lauree in Fisica e in Chimica presso 'Università di Roma "Tor Vergata" (Fisica Generale, Esperimentazioni di Fisica, Laboratorio di Fisica, Fisica della Gravitazione).
Partecipa al Master Internazionale Erasmus Mundus denominato "Astromundus".
E’ stato membro del Collegio dei Docenti per i dottorati in Fisica e in Astronomia presso l'Università di Roma "Tor Vergata".
E’ stato coordinatore del Collegio dei Docenti del dottorato in Astroparticle Physics del Gran Sasso Science Institute.
Ha svolto cicli di lezioni e organizzato scuole di dottorato di ricerca in Italia e all'estero, in particolare presso l'Università di Tokyo, al Fermilab di Chicago e in varie Università in Europa, anche come membro del Comitato Direttivo della SIGRAV e come membro del Comitato Scientifico della Scuola Internazionale di Fisica astroparticellare (ISAPP) e della Scuola di Dottorato Internazionale in Fisica astroparticellare (IDAPP).
Attività di Ricerca
L’attività scientifica è svolta nell’ambito della fisica delle particelle di origine cosmica e in particolare nella ricerca delle onde gravitazionali. È riconosciuto a livello internazionale per lo sviluppo dei rivelatori criogenici ed è uno degli autori della prima osservazione diretta delle onde gravitazionali e della fusione di buchi neri.
È stato Principal Investigator del gruppo di ricerca ROG (Ricerca Onde Gravitazionali) dell’INFN dal 1998, dirigendo gli esperimenti EXPLORER al CERN e NAUTILUS presso i Laboratori di Frascati dell'INFN.
Dal 2006 è membro della Collaborazione Virgo, che ha realizzato il grande interferometro laser per la rivelazione delle onde gravitazionali presso l’European Gravitational Observatory, vicino Pisa.
Ha trascorso lunghi periodi di attività scientifica al CERN di Ginevra e nei Laboratori INFN di Frascati e del Gran Sasso e più brevi presso il Laboratorio Kamerlingh Onnes dell'Università di Leida.
È stato invitato a tenere seminari e colloqui in molte università e centri di ricerca del mondo (CERN, Fermilab, MIT, Caltech, Princeton, Yale, Oxford, RAL, Orsay, PSI, Leiden, NIKHEF, Potsdam, Dubna, Mosca, Tokyo), e ha tenuto plenary talks a numerose conferenze internazionali.
Ha ottenuto finanziamenti per le sue ricerche dall’Unione Europea, MIUR, INFN, EGO.
È autore di circa 300 articoli scientifici su riviste internazionali ed è editor di sei volumi nel campo della fisica delle particelle di origine cosmica e delle onde gravitazionali.
Tematiche principali in sintesi.
• Ricerca sperimentale di onde gravitazionali. Sviluppo e utilizzo di tecnologie quantistiche: refrigeratori a diluizione 3He-4He, dispositivi elettronici superconduttori e dcSquids;
• Riduzione del rumore acustico e sismico negli esperimenti criogenici, studio degli effetti dei raggi cosmici e di fasci di particelle cariche in rivelatori acustici.
• Studio dei segnali provenienti da sorgenti astrofisiche di onde gravitazionali in varie teorie gravitazionali, in particolari teorie scalar-tensoriali; Studio delle proprietà di rivelatori di onde gravitazionali sferici, studio della correlazione dei dati con quelli di rivelatori di gamma ray bursts e di rivelatori di neutrini.

Pubblicazioni
Ha pubblicato circa 300 articoli su riviste internazionali ed è editor di 6 volumi sulla fisica delle astroparticelle e sulle onde gravitazionali. Per una lista completa dei lavori, ordinata secondo il numero di citazioni, vedi
http://scholar.google.com/citations?user=N4oy8fEAAAAJ&hl=en

ATENEI perREGIONE

Log in